Condividi su facebook Condividi su Google Plus Condividi su twitter Feed RSS Eventi

Il tempo di Mood

Iniziative ed eventi

Archivio news

Caterina Cavina ed Enrico Remmert da MOOD
14 Dicembre 2010 ore 17:30-20:00
Caterina Cavina ed Enrico Remmert da MOOD

Martedì 14 dicembre, alle ore 18.30, MOOD è lieta di ospitare Caterina Cavina, autrice del noir fiabesco La Merla (Baldini Castoldi Dalai) e già famosa per il precedente Le ciccione lo fanno meglio, accolto dal pubblico e dalla critica con entusiasmo ed Enrico Remmert, torinese autore di Strade Bianche (Marsilio) e precedentemente pubblicato con i romanzi Rossenotti e La ballata delle canaglie, entrambi Marsilio.

Gli autori firmeranno le copie dei libri.

A moderare l'incontro la scrittrice torinese ROSA MOGLIASSO.

Un Babbo Natale in forma. MOOD sostiene la fondazione FORMA.
05 Dicembre 2010 ore 09:00-13:00
Un Babbo Natale in forma. MOOD sostiene la fondazione FORMA.
Figli di carta, fratelli d'Italia!
02 Dicembre 2010 ore 17:30-19:30
Figli di carta, fratelli d'Italia!

Giovedì 2 dicembre, ore 18.30, MOOD accoglie le autrici del romanzo Medietà a cui è seguita la pubblicazione di FIGLI DI CARTA, FRATELLI D'ITALIA.

Partecipano le autrici Daniela Cigliano, Silvana Delfuoco, Roberta Massirio) con Lidia Benone, presentazione e Ornella Pozzi, letture di brani.

E così si navigava fra Cavour e Garibaldi, fra Napoleone III e Costantino Nigra, personaggi che forse erano diventati sterili per aver procreato già fin troppo!
Le tre autrici di
MediEtà intrecciano il racconto delle vicissitudini post-editoriali del loro precedente romanzo – il primo figlio di carta – con vicende parallele ideate sullo sfondo di un Risorgimento rivisitato tra ironia e serietà.
Un Risorgimento che ha il suo fulcro in Torino per poi irradiarsi da Parigi alla Sicilia, e che nei suoi piccoli e grandi eventi si ricollega alle fascinazioni ed agli intrighi del vivere moderno.
Dall’incontro tra un presente senza glorie e un passato senza retorica nasce il secondo figlio di carta... tenuto per mano da illustri fratelli..

^ Torna in cima