Condividi su facebook Condividi su Google Plus Condividi su twitter Feed RSS Eventi

Il tempo di Mood

Iniziative ed eventi

Archivio news

Il prefetto. Questo sconosciuto di Paolo Padoin da MOOD
29 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
Il prefetto. Questo sconosciuto di Paolo Padoin da MOOD

Martedì 29 giugno 2010, alle ore 18.30, Mood Libri & caffè presenta presso la sede di via Cesare Battisti 3/e Il prefetto. Questo sconosciuto di Paolo Padoin (Pintore editore)

Presentano: Luciano Borghesan, giornalista de La Stampa e Pietro Pintore, editore.

Sarà presente l’autore.

Paolo Padoin ha dedicato la vita al servizio delle Istituzioni e gli incarichi che gli sono stati affidati dallo Stato sono numerosi e poco conosciuti al grande pubblico. In questo libro l'autore narra i compiti svolti in diverse città italiane, dove di volta in volta ha dovuto affrontare situazioni di emergenza provocate da calamità naturali; gestire l'Ordine Pubblico; essere punto di riferimento costante tra maestranze e datori di lavoro nel cercare soluzioni per risolvere problemi occupazionali; intervenire e mediare tra territorio e Istituzioni sui più svariati problemi di convivenza civile...

Fabio Geda, Emiliano Poddi ed Eleonora Sottili da MOOD
25 Giugno 2010 ore 16:30-18:00
Fabio Geda, Emiliano Poddi ed Eleonora Sottili da MOOD

Venerdì 25 giugno MOOD Libri e Caffè ha organizzato un incontro nel dehor del punto vendita di via Cesare Battisti 3/e coinvolgendo tre tra le voci più significative della Torino letteraria:
FABIO GEDA, EMILIANO PODDI ed ELEONORA SOTTILI

Mentre sorseggeremo un aperitivo li ascolteremo dialogare e chiacchierare dei rispettivi ultimi romanzi:


- Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari di Fabio Geda (Baldini Castoldi Dalai)
- Alboran di Emiliano Poddi (Instar Libri)
- Il futuro è nella plastica di Eleonora Sottili (Nottetempo)

Vi aspettiamo davvero numerosi!

Troppo piombo (Instar) di Enrico Pandiani da MOOD
17 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
Troppo piombo (Instar) di Enrico Pandiani da MOOD

Giovedì 17  giugno 2010, alle ore 18.30, MOOD Libri & caffè presenta presso la sede di via Cesare Battisti 3/e TROPPO PIOMBO (Instar), seconda prova per il torinese ENRICO PANDIANI. Modera Carlo Bordone, giornalista e copywriter. Collabora da anni con Mucchio Selvaggio e Mucchio Extra e ha scritto e tradotto vari volumi per Arcana Edizioni.
Qualcuno uccide le giornaliste di

"Paris24h", noto quotidiano parigino. Ci sono pochi indizi, nessun sospetto, troppi pettegolezzi. Questo è un lavoro per les italiens. Tutto sembra legato ad una sfilata di moda durante le rivolte nelle banlieues, ma qual è il legame tra il giornale e le periferie in fiamme? In una Parigi invernale, dove tutto viene lentamente ricoperto da una nevicata senza fine, ogni cosa è diversa da quello che sembra: per stanare l'assassino il commissario Mordenti dovrà destreggiarsi tra riunioni di redazione, rivalità, ambizioni e inganni, distratto dalla presenza di Nadège, una bella giornalista di colore che forse ha qualcosa da nascondere.

 

MOOD presenta Riviera di Giorgio Ficara con Gianluigi Ricuperati
15 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
MOOD presenta Riviera di Giorgio Ficara con Gianluigi Ricuperati

Martedì 15 giugno, alle 18.30, MOOD è davvero lieta di presentare l'ultimo libro di Giorgio Ficara - Riviera. La via lungo l'acqua - Einaudi. Modera Gianluigi Ricuperati.

Da Portofino a Bordighera, da Landless John a Clarke Gable, dagli ulivi ai leudi, ai capitani, ai marinai senza nome, alle parole strette in mezzo ai denti, la Riviera come luogo dell'anima.
Una specie di nave pronta a partire. Un modo proprio e unico di perdersi.

Ogni viaggiatore fugge segretamente dall'angoscia di essere colui che attraversa il mondo senza conoscere nessun luogo. Ogni viaggiatore lo sa. I luoghi sono profondi. Se non ne conosci le storie, le parole e le cose, le storie annidate dentro le cose e le parole, stai solo calpestando un suolo.
La Riviera che trovi in queste pagine è un viaggio più nel tempo che nello spazio. Dalle sue profondità arrivano fino a te che leggi Portofino, dall'epoca di Landless John a quella di Rita Hayworth, e Bordighera, Rapallo, dai giorni di Ezra Pound a quelli di Marcello Mastroianni, e la Genova dei Doria e dei marinai senza nome, Camogli, i caruggi e Portovenere, i leudi, che possono arrivare fino a Buenos Aires, i gozzi che scintillano - gialli, celesti, bianchi, verdemare - al sole, le case, le finestre e i capitani, che abbandonavano la paura appena levate le ancore e che sapevano uscire da ogni mare. E la buridda di pesce, il vermentino, il macramé, il camallo e il bacàn, parole e cose che nel tempo non hanno esitato ad attraversare l'oceano per suonare differenti eppure uguali anche agli antipodi.
Accanto a cose, luoghi e parole ti trovi dentro alla storia del Saraceno, che viveva con i figli e i soldati in una torre a picco sul mare, a quella della bellissima polena naufraga al largo delle Azzorre, o a quella del Cristo miracoloso di Varazze. Ciò che ti porta su questa via lungo l'acqua, luogo circoscritto e a un tempo universale, non è mai nostalgia, non è in alcun modo un dolore del ritorno, ma al contrario la ricerca di un senso essenziale dell'esistere che l'autore insegue nelle storie del mondo sul filo di una scrittura avventurosa ed esatta. Sette milioni di anni fa, racconta Giorgio Ficara, migrando dall'Africa sul fondo di un Mediterraneo ancora senz'acqua, sono arrivati sul monte di Portofino i convolvoli rosa che ora ci sembrano così nostri. Come dire, se sei di queste parti, trovi te stesso solo se ti riconosci fatto di lontananze.

MOOD presenta Italian Sharia di Paolo Grugni
10 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
MOOD presenta Italian Sharia di Paolo Grugni

Giovedì 10 giugno 2010, alle ore 18.30, Mood Libri & caffè presenta presso la sede di via Cesare Battisti 3/e ITALIAN SHARIA di Paolo Grugni (Perdisa)

Presentano Paolo Di Motoli, esperto di Islam al dipartimento di Studi Politici dell'università di Torino e la professoressa Farian Sabahi insegnante di “Islam e democrazia” alla facoltà di Scienze politiche di Torino e al Master di International Human Rights dell’Università di Siena.

Nella provincia toscana, una ragazza marocchina viene uccisa dal padre. Il motivo?  Non era una buona musulmana.

Durante i giorni che succedono al decesso di Michael Jackson, un italiano scopre che anche la sorella della defunta è stata condannata a morte e per questo ricondotta a Marrakech. Sarà per lui inevitabile tentare di salvarla.

Negli ultimi anni l’opinione pubblica italiana è stata colpita dalle vicende di Hina e Sanaa, uccise dai familiari in provincia di Brescia e di Pordenone, con l’accusa di non aver rispettato le leggi dell’Islam. Eccezionalmente documentato, Italian Sharia racconta un’inedita quanto terribile verità: altre ragazze sono state ricondotte nei loro paesi d’origine per subire la stessa condanna sotto silenzio. La scoperta sconvolgente è il perno di un’indagine letteraria su un tema di straordinaria attualità.

Nella critica a ogni estremismo, sia esso religioso, politico o ideologico, il confronto tra culture mostra di fatto quanto l’una non sia meno irragionevole

dell’altra. L’Italia stessa affiora così in una nuova prospettiva, come un Paese retrogrado e paradossale, dove vige una laicità solo apparente.

Libro scandito da un estro linguistico che spesso sfiora il registro satirico, il romanzo fonde il drammatico più teso con l’affresco graffi ante della nostra realtà interrazziale, tanto violenta quanto ottusa. Non a caso, la notizia della morte di Michael Jackson, artista che aveva abbracciato la fede islamica, fa da sfondo alla vicenda, legando nella figura di un solo uomo i temi dell’intolleranza, del fanatismo, del disordine mediatico, delle differenze solo esteriori tra culture e individui.

 

MOOD presenta il romanzo shock di Roberto Gugliotta e Gianfranco Pensavalli
08 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
MOOD presenta il romanzo shock di Roberto Gugliotta e Gianfranco Pensavalli

Martedì 8 giugno, alle ore 18.30, MOOD presenta il romanzo "Mi chiamo Maurizio, sono un bravo ragazzo, ho ucciso ottanta persone" (Fazi) di Roberto Gugliotta e Gianfranco Pensavalli

Ne parlano l'autore Gugliotta e Martino Spadari (Corriere della Sera). Lettura e interpretazione di Vincenzo Di Federico
Musica di Adriano Vecchi (chitarra)
Modera Luca Ponzi, giornalista RAI.

E' la storia di Maurizio Avola, l’uomo che nel 1984 partecipò all’assassinio del giornalista Pippo Fava, ha voglia di dire tutto, di raccontare com’è davvero la vita da sicario al servizio di una cosca mafiosa, quella capeggiata da Benedetto Santapaola, che per decenni insanguinò Catania e l’intera Sicilia orientale. Parla a ruota libera, e lo fa da pentito, senza risparmiare niente a se stesso né al lettore, che si ritrova fra le mani l’agghiacciante diario di un “bravo ragazzo”: dalle rapine al primissimo omicidio – affrontato come un bestiale “esame” sul campo – fino alla terribile routine di decine e decine di uccisioni a sangue freddo eseguite su commissione. La voce di Avola, intervallata da quella della moglie e dal controcanto lucido e razionale del giudice che raccoglie le sue deposizioni, ci sorprende e ci fa orrore mentre svela la logica perversa e spietatamente coerente di un uomo che sceglie di essere un soldato della famiglia Santapaola, venerata come un soldato venera il proprio generale. Finché qualcosa in lui non si incrina, spingendolo, dopo l’arresto, a collaborare con la giustizia e a permettere ai due giornalisti Roberto Gugliotta e Gianfranco Pensavalli, che per mesi l’hanno intervistato nel carcere dov’è rinchiuso, di raccogliere la testimonianza di una vita che non riesce più a venire a patti con se stessa, rivelandoci il vuoto e il silenzio morale che si nascondono dietro la grottesca maschera dell’”uomo d’onore”.

Nefertiti. L'amore di una regina eretica nell'antico Egitto di Jasmina Tesanovic
04 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
Nefertiti. L'amore di una regina eretica nell'antico Egitto di Jasmina Tesanovic

Venerdì 4 giugno, alle ore 18.30, MOOD Libri & Caffè è lieta di presentare il romanzo Nefertiti. L'amore di una regina eretica nell'antico Egitto di Jasmina Tesanovic, edito da Stampa Alternativa. Modera Luigi Milani (curatore e co-traduttore del libro) mentre Vesna Scepanovic (giornalista e attrice) leggerà alcuni brani del libro.

Si tratta di un romanzo storico “sui generis”, concepito e scritto con approccio e ottica moderni. La vita della protagonista, la regina egiziana Nefertiti, è infatti narrata in chiave femminista – esistenzialista.

Nefertiti, figura storica di grande fascino, è personaggio di cui in realtà si conosce ben poco. Circostanza, questa, che fatalmente ha rafforzato l'alone di mistero che lo circonda, e che ne fatto molto parlare, più però come figura mitica che come personaggio, e soprattutto donna, reale.

Nefertiti è in un certo senso una proto-femminista, poiché incarna il mito della bellezza femminile al potere, un mito che però subisce il destino di invisibilità che la storia ha quasi sempre riservato alle donne, sia famose che anonime: quello che l'autrice, Jasmina Tesanovic, definisce “l'immortale anonimato”. In tal senso, “Noi donne siamo tutte Nefertiti.”

Ma il romanzo è anche una storia d’amore, una riflessione sulla dannazione del potere, sul fascino e l’oscurità dell’antico Egitto.

L'autrice ha deciso di dare una voce credibile a questa donna di un'altra epoca, tentando di immaginare la sua vita dal vero, indagando anche nella sfera interiore della protagonista. In ciò consistono la modernità del personaggio di Nefertiti e la novità dell’opera di Jasmina Tesanovic.

L’antico Egitto non è poi così remoto.

Dario Voltolini e Foravia. Presenta Gianluigi Ricuperati.
01 Giugno 2010 ore 16:30-19:00
Dario Voltolini e Foravia. Presenta Gianluigi Ricuperati.

Martedì 1 giugno MOOD Libri & Caffé è lieta di presentare l'ultima opera di Dario Voltolini, Foravia, trittico di racconti edito da Feltrinelli. L'autore dialogherà con lo scrittore e giornalista Gianluigi Ricuperati.

"Foravìa", ovvero "fuori mano", "deviazione", "lontano', "strano". Tutto ciò che scarta dalla quotidianità e che trasforma le eccezioni in sorprese. Per tre volte il narratore si trova a "deviare". Per andare a un appuntamento sulle colline fuori città, sbaglia strada e passa una singolarissima notte in macchina. Si trova in casa una creatura spaventosa e se ne fa carico, instaurando con lei una curiosa relazione. Sul corso incontra Elisabeth, che sta male, ha bisogno di aiuto - e la città notturna si svela in una peregrinazione fra ospedali e case, un mondo che esiste appena poco più in là, con tutta la sua urgenza e il suo fascino.

 

^ Torna in cima